sabato 27 aprile 2013

Un posto per tutto - A place for everything


 Non esiste un posto per tutto. Alcuni oggetti o mobili hanno tovato in poco tempo il loro naturale posto, si sono adattati alla nuova casa, altri hanno migrato da una stanza all'altra fino a quando sono riuscita a vederli con un altro occhio, con una nuova funzione, altri ancora proprio non trovano "casa". Devo dire sono combattuta, certi sono oggetti affettivamente importanti... E' una cosa terribile metterli in soffitta in attesa di un'illuminazione o di una nuova casa? Liberatemi dal dubbio!



Foto Aina Crescimbeni

4 commenti :

  1. Seppelliscile pure in soffita, quando le ritroverai sarà un dolcissimo tuffo al cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rendi dolce anche una separazione. Grazie cara!

      Elimina
  2. ...una stampa a cui sono legatissima, nella nuova casa è stata in dispensa per più di due anni, non me ne davo pace, poi una mattina un'illuminazione: ha ritrovato la luce!

    RispondiElimina
  3. Allora vado più serena poi io credo fortemente nei colpi di genio. Grazie Lu.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Moretti Compact Kids